Ricette italiane tradizionali
Ricette italiane tradizionali
Scrivi l'ingrediente:

Liquori fatti in casa

Gli aromi, i succhi e le materie coloranti che talvolta entrano nella preparazione dei liquori, rendono questi quasi sempre torbidi o densi, per cui bisogna filtrarli.

Con tale operazione si ottiene la limpidezza e questa, insieme col gradevole gusto, costituisce il miglior pregio di qualunque liquore.

Per le piccole quantità di liquori che generalmente si possono preparare in casa, è da preferirai il filtro di carta. Se ne trovano in commercio dei buonissimi, fatti con carta espressamente fabbricata.

L'apparecchio per la filtrazione è assai semplice; un imbuto sorretto da un cerchietto fissato al muro o tenuto da apposito sostegno movibile, e dentro l'imbuto il filtro di carta opportunamente piegato e di forma conica.

La bottiglia che deve ricevere il liquore filtrato viene disposta in modo che in essa possa imboccare il collo dell'imbuto; poi non resta più che versare nel filtro il liquore, che, in principio colerà abbastanza presto, ma poi, col protrarsi della operazione, accumulandosi sul filtro le polveri aromatiche che furono messe in fusione nel liquido, questo non passerà più che lentamente e a stento.

Allora bisognerà sostituire con nuovo filtro.
Gli imbuti di vetro o in plastica trasparente sono i più propri per la filtrazione del liquori che contengano succhi acidi.
Tutti i liquori hanno per l'alcool, lo zucchero e l'acqua, cui si aggiungono uno o più aromi.

La qualità, oltre che dalla preparazione più o meno accurata, dipende dalle proporzioni dei tre ingredienti base.
Per ogni litro di liquore, secondo la qualità occorreranno :


Liquore certosino




Tenendo presente tale prospetto, ciascuno potrà ridurre a suo piacere le ricette che seguono e regolarsi per la quantità del liquore occorrente per il proprio uso.



© ricette-ricette.it P.IVA 01285270466
avvertenze ricette@ricette-ricette.it